Login
Eventi

20

ott

2018

SASSOCORVARO e CARPEGNA

Sassocorvaro e Carpegna

sabato 20 ottobre 2018

Situato nel cuore del Monferrato, Sassocorvaro si erge su un colle che domina la valle del fiume Foglia. Il suo centro storico è ancora cinto dalle antiche mura e conserva le tre originarie porte d’accesso e un torrione di vedetta quadrangolare. Il borgo è dominato dalla possente Rocca Ubaldinesca (1475), dalla singolare struttura zoomorfa a forma di testuggine, costruita da Francesco di Giorgio Martini nei primi anni del suo servizio come architetto ed ingegnere militare del duca Federico da Montefeltro. E’ il primo esempio di fortificazione studiato per opporsi all’arma nuova di quel tempo, la bombarda. La rocca è sede di una Pinacoteca che conserva numerosi dipinti che vanno dal XIV al XVIII secolo allestita in alcuni ambienti del '400. Negli anni 1943-1944 fu, insieme al Palazzo dei Principi di Carpegna, la sede del salvataggio da parte del giovane sovraintendente PASQUALE ROTONDI di oltre 10.000 capolavori d'arte provenienti da molte città che furono qui nascoste per evitare che fossero trafugate; lo straordinario episodio è ricordato dal Museo Arca dell’Arte sito ai piani nobili della Rocca, dove sono esposte le riproduzioni, in grandezza reale, di un numero considerevole fra le opere salvate. Nel centro storico è da ricodare la Collegiata di S.Giovanni Battista che custodisce affreschi del XIV e XV secolo.

A seguire avremo il pranzo presso il Ristorante ‘Da Silvana’ a Carpegna con antipasto, bis di primi, secondo con contorno, dolce, acqua, vino e caffè.

Adagiata sulla costa dell'omonimo Monte, immersa nel verde dei suoi faggeti, Carpegna è il centro di quel Montefeltro aspro e gentile che fu terra di santi e condottieri, di cupe leggende e di storia. Essa ruota attorno alla famiglia dei Conti di Carpegna, fra le più blasonate d'Italia, dalla quale derivano i Malatesta, i gloriosi Montefeltro e di Della Faggiola del notissimo Uguccione, descritto nei versi dell’Inferno di Dante

Cuore storico e artistico dell’abitato è il Palazzo dei Principi, progettato dall’architetto romano Antonio De Rossi e costruito nel 1675 su commissione del cardinale Gaspare di Carpegna.

Al suo interno sono custoditi la biblioteca e gli antichi documenti della famiglia, oltre ad arredamenti d'epoca e ai quadri raffiguranti i protagonisti maschili e femminili della storia del paese. Al pianterreno, sotto il salone principale, si trovano le scuderie; in questo ambiente, oltre alle antiche stalle, si possono ammirare le cucine dai grandissimi forni a legna, i lavabi in pietra e perfino l'acqua corrente, ottenuta con un ingegnoso sistema di scavi e convogliamenti di una falda acquifera sotterranea ancora perfettamente attiva, che sbocca in un pozzo posto in fondo alle cuci

Commenti (0)
Number of views (68)
Continua

Categorie: Iniziative

Tags:

27

ott

2018

IVANO MARESCOTTI

Bestiale quel Giro d'Italia

Sabato 27 ottobre

Teatro Il Piccolo – ore 21,00

IVANO MARESCOTTI

“BESTIALE …. QUEL GIRO D’ITALIA”

testo di Maurizio Garuti

accompagnato al pianoforte da Daniele Furlati

per i soci: invita un ospite

 

Marescotti porta in scena il ciclismo “eroico”. Il Giro d’Italia del 1914 fu il più massacrante della storia ciclistica, con tappe di oltre 400 chilometri, che partivano di notte e si concludevano la notte successiva. Lo vinse Alfonso Calzolari, l’unico bolognese che è riuscito a portare la maglia rosa sotto le due torri.

Fu ciclismo “eroico” nel senso più pieno, con i corridori sottoposti a fatiche inenarrabili, a specchio di un’Italia contadina e bracciantile che in quella corsa trovò gli interpreti della propria condizioni di vita. Alla vigilia, non casuale, di un cataclisma come la Prima Guerra Mondiale. Ivano Marescotti, accompagnato al pianoforte da Daniele Furlati, dà vita a una interpretazione esilarante e allo stesso tempo drammatica.

 

Ivano Marescotti intraprende la strada della recitazione esibendosi dapprima in teatri locali ed entrando poi in diverse compagnie teatrali importanti; l'esordio al cinema arriva qualche anno dopo. Marescotti sembra inizialmente preferire al set il palcoscenico, misurandosi con grandi registi teatrali della portata di Mario Martone, Carlo Cecchi, Giorgio Albertazzi e molti altri. Inizia poi per l'attore un periodo molto prolifero sul grande schermo, aggiudicandosi nel 1992 anche una candidatura ai Nastri d'argento e nel 1993 come protagonista assoluto il premio al Festival di Sulmona. Negli anni a seguire interpreta oltre cinquanta film, lavorando con registi di indiscussa importanza, tra i quali i premi Oscar

Commenti (0)
Number of views (58)
Continua

Categorie: Concerti

Tags:

15

nov

2018

ITALIAN YOUTH GUITAR ORCHESTRA

Sala Teatro La fabbrica delle Candele

Giovedì 15 novembre ore 21,00

presso La Sala Teatro de La Fabbrica delle Candele (Piazzetta Corbizzi 9/30)

ITALIAN YOUTH GUITAR ORCHESTRA

M° Pier Luigi Colonna, direttore e concertatore

 

per i soci: invita un ospite

 

Programma:

Omaggio a Rossini, Ouvertures del Barbiere di Siviglia e La gazza Ladra

Josquin des Pres, “Mille Regretz”

Johann Pachelbel, Canone in RE maggiore con contaminazioni di musica irlandese, PachelReel),

Antonio Vivaldi, Sinfonia in Do minore F.XI n.9

Pier Luigi Colonna, Postlude d’après l’étude n° 1 de H.Villa-Lobos

Gabriel Fauré, romanze

Johann Paul Martini, Plaisir d’Amor

Medley di reels Irlandesi,

Medley di musiche popolari latino-americane, la Mezclatina

 

Il M° Pier Luigi Colonna, Chitarrista, Liutista, Compositore e Direttore d'orchestra, di orchestre di chitarre, sole, o insieme a strumenti a fiato, archi, voci soliste e coro, con un repertorio appositamente creato attraverso sue trascrizioni, arrangiamenti e composizioni.

Il progetto dell'orchestra di chitarre nasce circa quattro anni fa presso l'Istituto Musicale "A.Masini" di Forlì e successivamente viene introdotto nell'offerta formativa del Conservatorio "A.Boito" di Parma. L'orchestra attualmente è formata principalmente da allievi diplomati e giovani promesse provenienti da scuole di Alta Formazione dell'Emilia Romagna e saltuariamente si stanno aggregando anche chitarristi provenienti dall'estero, realizzando così a poco a poco il progetto della creazione di un'orchestra internazionale.

Gli organici orchestrali diretti dal M° Colonna si differenziano nello stile interpretativo dai comuni en

Commenti (0)
Number of views (65)
Continua

Categorie: Concerti

Tags:

24

nov

2018

BOLOGNA, prova aperta

Teatro Comunale Bologna

Una mattina insieme……. agli Amici dell’Arte

Bologna,

sabato 24 Novembre 2018

Visto il gradimento della partecipazione il 19 giugno u.s. alle prove aperte presso il Teatro Comunale proponiamo di assistere nella mattinata di sabato 24 novembre alle ore 10,30 presso il Teatro Auditorium Manzoni alla prova del concerto con l'orchestra diretta dal Maestro MICHELE MARIOTTI e con la partecipazione del pianista ROBERTO COMINATI.

In programma Luis De Pablo Nuova Commissione della Regia Accademia Filarmonica di Bologna

Maurice Ravel Concerto per la mano sinistra in Re maggiore

Sergej Prokof'ev Romeo e Giulietta suite dal balletto

In anticipo rispetto alla data il Teatro chiede di conoscere il numero dei partecipanti, per cui invitiamo gli interessati a dare adesione entro i primi di novembre.

Partenza in treno da Forlì alle ore 8,27. Pomeriggio e rientro a Forlì liberi.

Costo comprensivo del biglietto di ingresso e costi organizzativi: soci e non soci € 10,00.

Commenti (0)
Number of views (34)
Continua

Categorie: Iniziative

Tags:

25

nov

2018

GIUSEPPE ETTORRE contrabbasso PIERLUIGI DI TELLA pianoforte

Chiesa di Ravaldino C.so Diaz

Domenica 25 Novembre

Chiesa di Ravaldino, Corso Diaz, ore 21,00

GIUSEPPE ETTORRE contrabbasso

PIERLUIGI DI TELLA pianoforte

per i soci: invita un ospite

programma

Arvo Pärt, Spiegel im Spegel

Giovanni B. Sammartini, Sonata III in la min.

Giacinto Scelsi, Mantram

Johann S. Bach, Sonata in sol magg. BWV 1027

Karlheinz Stockhausen, Solo (n.19) per contrabbasso e looping feedbach system

(assemblaggio, partitura e saftware di Enrico Francioni)

Giovanni Bottesini, Introduzione e Gavotta

Giuseppe Ettorre, Le colonne rosa di San Lorenzo

Adolf Mišek, Sonata n.2 in mi min. op. 6

ingresso promozionale € 10,00 oltre alle agevolazioni previste

 

Giuseppe Ettorre. Primo contrabbasso solista dal 1991 dell’Orchestra e della Filarmonica della Scala, in cui è entrato nel 1987 sotto la direzione musicale di Riccardo Muti, Ettorre svolge anche una intensa attività cameristica e concertistica. Vincitore nel 1991 del Concorso dell’ARD di Monaco di Baviera , è stato premiato anche al Concorso “Bottesini” di Parma nel 1989.Socio fondatore e Presidente dell’ ”Ensemble Strumentale Scaligero”, e Consigliere di Amministrazione della Filarmonica della Scala da oltre 25 anni, fa parte anche del gruppo “I Cameristi della Scala”, e ha registrato su CD opere di Bach, con la clavicembalista Emilia Fadini,e di Rossini, Bottesini, Berio, Henze, Piazzolla per l’etichetta “NBB Records”. Di recente uscita il CD “Sextet” (etichetta Decam-Tdd/Edel), che comprende sedici sue composizioni da cui traspare l’interesse per forme musicali moderne, dal jazz alla new age. In tale contesto ha suonato in quintetto anche con Bobby Mc Ferrin, e in trio con Stefano Bollani in un concerto con la Filarmonica della Scala e Riccardo Chailly registrato su DVD per la Decca In ambito cameristico ha collaborato anche con il Sestetto dei Berliner Philarmoniker, il Quartetto Borodin, il Quartetto della Scala e il Trio di Parma, con cui sta portando in tournèe nei principali teatri italiani il Quintetto “La Trota” di Schubert. E’ docente a Milano presso l’Accademia della Scala e la Scuola Musicale, a cui si aggiungono masterclass in Italia e nel mondo. Dal 2016 è inoltre docente presso i Corsi di perfezionamento dell’Accademia Chigiana di Siena, e da settembre 2017 è stato nominato "Visiting International Teacher" al Conservatorio di Birmingham (UK). Suona uno strume

Commenti (0)
Number of views (52)
Continua

Categorie: Concerti

Tags:

1

dic

2018

PRANZO SOCIALE e Visita San Pellegrino

Ristorante EATALY e Chiesa San Pellegrino

Pranzo sociale, Sabato 1 dicembre 2018

Per il 1° di dicembre è fissato il tradizionale incontro di fine anno, occasione per salutarci e per lo scambio degli auguri.

Nella mattina è programmata una visita guidata dall’amica prof. Gabriella Tronconi Medri della Chiesa Santuario SAN PELLEGRINO. Costruita su una chiesa preesistente, per l'importanza delle opere ivi esistenti il santuario è stato dichiarato monumento nazionale. Notevole il trecentesco coro in legno, l'unico esempio di stile gotico in Romagna e forse il più antico di tutta la regione. Custodisce il monumento sepolcrale di Luffo Numai, scolpito nel 1502 da Tommaso Fiamberti e Giovanni Ricci. Assai interessante la sala trecentesca del Capitolo, in cui è conservato di Giuliano da Rimini il Crocifisso miracoloso, davanti al quale San Pellegrino ottenne la guarigione istantanea dalla cancrena alla gamba. Ritrovo alle ore 10,30 in Piazza Morgagni difronte alla chiesa.

Al termine della visita seguirà il pranzo presso EATALY Forlì, piazza Saffi, con un invitante menù con antipasti, primo, secondo con contorno, dolce, acqua vino e caffè.

Costo di partecipazione € 35,00.

Invitia

Commenti (0)
Number of views (33)
Continua

Categorie: Iniziative

Tags:

RSS
Categorie
Calendario
«ottobre 2018»
lunmarmergiovensabdom
24
24/09/2018 07:00 - 27/09/2018 23:30

LA CIOCIARIA, SUBIACO, ALATRI, FERENTINO, ANAGNI

 

La Ciociaria, Subiaco, Alatri, Ferentino, Anagni

dal 24 al 27 settembre 2018

A fine settembre, quando il clima è particolarmente gradevole e le giornate sono ancora abbastanza lunghe, proponiamo una gita alla scoperta della Ciociaria, terra ricchissima di storia e di bellezze naturali.

Lunedì 24 settembre: Subiaco

Partenza da Forlì alle ore 7,00, sosta caffè, sosta per pranzo libero.

Arrivo a Subiaco nel primo pomeriggio ed incontro con la guida per la visita dei due celebri monasteri di San Benedetto e di Santa Scolastica

Il famosissimo scrittore Umberto Eco soggiornò nel monastero di San Benedetto per circa 3 mesi per poter scrivere il suo più noto romanzo "Il nome della rosa". L'eremo, costruito nel 1100 attorno alla Sacra Grotta in cui San Benedetto aveva trascorso circa 3 anni della sua vita, si presenta lungo una falesia a strapiombo sul fiume Aniene e consta di varie chiese e cappelle del tutto irregolari, costruite su più piani inglobando nella struttura la roccia della falesia. Nella cappella di San Gregorio nel 1224 mentre il Santo era in visita ai monasteri venne realizzato l'unico ritratto esistente di San Francesco.

Il monastero di Santa Scolastica è l'unico monastero rimastoci di quelli creati da San Benedetto lungo l'Aniene 1500 anni fa. Nonostante la sua origine sia cosi antica conta tre splendidi chiostri, uno rinascimentale, uno gotico ed uno cosmatesco. La chiesa è opera di Giacomo Quarenghi che la realizzò prima di partire per Mosca e San Pietroburgo per arricchire di monumenti le città più famose della Russia.

Martedì 25 settembre: Trisulti, Alatri, Fumone.

Dopo la colazione in hotel incontro con la guida e partenza per Trisulti.

Un luogo lontano da tutto, ecco una giusta descrizione per la Certosa di Trisulti, nata a quota 800 metri su un piccolo pianoro tra i monti Ernici. I Certosini qui sono stati lontano dal mondo per circa 750 anni, fino a che nel 1947 la custodia di questo splendido luogo è stata affidata ai Cistercensi di Casamari ed ultimamente ad una Associazione religiosa inglese. Visiteremo la splendida farmacia completamente affrescata ed arredata, la chiesa con la sua caratteristica separazione tra i cori dei Padri e dei Donati, il cimitero dei Certosini, il chiostro ed infine il grande refettorio

<
Continua a leggere
25
24/09/2018 07:00 - 27/09/2018 23:30

LA CIOCIARIA, SUBIACO, ALATRI, FERENTINO, ANAGNI

 

La Ciociaria, Subiaco, Alatri, Ferentino, Anagni

dal 24 al 27 settembre 2018

A fine settembre, quando il clima è particolarmente gradevole e le giornate sono ancora abbastanza lunghe, proponiamo una gita alla scoperta della Ciociaria, terra ricchissima di storia e di bellezze naturali.

Lunedì 24 settembre: Subiaco

Partenza da Forlì alle ore 7,00, sosta caffè, sosta per pranzo libero.

Arrivo a Subiaco nel primo pomeriggio ed incontro con la guida per la visita dei due celebri monasteri di San Benedetto e di Santa Scolastica

Il famosissimo scrittore Umberto Eco soggiornò nel monastero di San Benedetto per circa 3 mesi per poter scrivere il suo più noto romanzo "Il nome della rosa". L'eremo, costruito nel 1100 attorno alla Sacra Grotta in cui San Benedetto aveva trascorso circa 3 anni della sua vita, si presenta lungo una falesia a strapiombo sul fiume Aniene e consta di varie chiese e cappelle del tutto irregolari, costruite su più piani inglobando nella struttura la roccia della falesia. Nella cappella di San Gregorio nel 1224 mentre il Santo era in visita ai monasteri venne realizzato l'unico ritratto esistente di San Francesco.

Il monastero di Santa Scolastica è l'unico monastero rimastoci di quelli creati da San Benedetto lungo l'Aniene 1500 anni fa. Nonostante la sua origine sia cosi antica conta tre splendidi chiostri, uno rinascimentale, uno gotico ed uno cosmatesco. La chiesa è opera di Giacomo Quarenghi che la realizzò prima di partire per Mosca e San Pietroburgo per arricchire di monumenti le città più famose della Russia.

Martedì 25 settembre: Trisulti, Alatri, Fumone.

Dopo la colazione in hotel incontro con la guida e partenza per Trisulti.

Un luogo lontano da tutto, ecco una giusta descrizione per la Certosa di Trisulti, nata a quota 800 metri su un piccolo pianoro tra i monti Ernici. I Certosini qui sono stati lontano dal mondo per circa 750 anni, fino a che nel 1947 la custodia di questo splendido luogo è stata affidata ai Cistercensi di Casamari ed ultimamente ad una Associazione religiosa inglese. Visiteremo la splendida farmacia completamente affrescata ed arredata, la chiesa con la sua caratteristica separazione tra i cori dei Padri e dei Donati, il cimitero dei Certosini, il chiostro ed infine il grande refettorio

<
Continua a leggere
26
24/09/2018 07:00 - 27/09/2018 23:30

LA CIOCIARIA, SUBIACO, ALATRI, FERENTINO, ANAGNI

 

La Ciociaria, Subiaco, Alatri, Ferentino, Anagni

dal 24 al 27 settembre 2018

A fine settembre, quando il clima è particolarmente gradevole e le giornate sono ancora abbastanza lunghe, proponiamo una gita alla scoperta della Ciociaria, terra ricchissima di storia e di bellezze naturali.

Lunedì 24 settembre: Subiaco

Partenza da Forlì alle ore 7,00, sosta caffè, sosta per pranzo libero.

Arrivo a Subiaco nel primo pomeriggio ed incontro con la guida per la visita dei due celebri monasteri di San Benedetto e di Santa Scolastica

Il famosissimo scrittore Umberto Eco soggiornò nel monastero di San Benedetto per circa 3 mesi per poter scrivere il suo più noto romanzo "Il nome della rosa". L'eremo, costruito nel 1100 attorno alla Sacra Grotta in cui San Benedetto aveva trascorso circa 3 anni della sua vita, si presenta lungo una falesia a strapiombo sul fiume Aniene e consta di varie chiese e cappelle del tutto irregolari, costruite su più piani inglobando nella struttura la roccia della falesia. Nella cappella di San Gregorio nel 1224 mentre il Santo era in visita ai monasteri venne realizzato l'unico ritratto esistente di San Francesco.

Il monastero di Santa Scolastica è l'unico monastero rimastoci di quelli creati da San Benedetto lungo l'Aniene 1500 anni fa. Nonostante la sua origine sia cosi antica conta tre splendidi chiostri, uno rinascimentale, uno gotico ed uno cosmatesco. La chiesa è opera di Giacomo Quarenghi che la realizzò prima di partire per Mosca e San Pietroburgo per arricchire di monumenti le città più famose della Russia.

Martedì 25 settembre: Trisulti, Alatri, Fumone.

Dopo la colazione in hotel incontro con la guida e partenza per Trisulti.

Un luogo lontano da tutto, ecco una giusta descrizione per la Certosa di Trisulti, nata a quota 800 metri su un piccolo pianoro tra i monti Ernici. I Certosini qui sono stati lontano dal mondo per circa 750 anni, fino a che nel 1947 la custodia di questo splendido luogo è stata affidata ai Cistercensi di Casamari ed ultimamente ad una Associazione religiosa inglese. Visiteremo la splendida farmacia completamente affrescata ed arredata, la chiesa con la sua caratteristica separazione tra i cori dei Padri e dei Donati, il cimitero dei Certosini, il chiostro ed infine il grande refettorio

<
Continua a leggere
27
24/09/2018 07:00 - 27/09/2018 23:30

LA CIOCIARIA, SUBIACO, ALATRI, FERENTINO, ANAGNI

 

La Ciociaria, Subiaco, Alatri, Ferentino, Anagni

dal 24 al 27 settembre 2018

A fine settembre, quando il clima è particolarmente gradevole e le giornate sono ancora abbastanza lunghe, proponiamo una gita alla scoperta della Ciociaria, terra ricchissima di storia e di bellezze naturali.

Lunedì 24 settembre: Subiaco

Partenza da Forlì alle ore 7,00, sosta caffè, sosta per pranzo libero.

Arrivo a Subiaco nel primo pomeriggio ed incontro con la guida per la visita dei due celebri monasteri di San Benedetto e di Santa Scolastica

Il famosissimo scrittore Umberto Eco soggiornò nel monastero di San Benedetto per circa 3 mesi per poter scrivere il suo più noto romanzo "Il nome della rosa". L'eremo, costruito nel 1100 attorno alla Sacra Grotta in cui San Benedetto aveva trascorso circa 3 anni della sua vita, si presenta lungo una falesia a strapiombo sul fiume Aniene e consta di varie chiese e cappelle del tutto irregolari, costruite su più piani inglobando nella struttura la roccia della falesia. Nella cappella di San Gregorio nel 1224 mentre il Santo era in visita ai monasteri venne realizzato l'unico ritratto esistente di San Francesco.

Il monastero di Santa Scolastica è l'unico monastero rimastoci di quelli creati da San Benedetto lungo l'Aniene 1500 anni fa. Nonostante la sua origine sia cosi antica conta tre splendidi chiostri, uno rinascimentale, uno gotico ed uno cosmatesco. La chiesa è opera di Giacomo Quarenghi che la realizzò prima di partire per Mosca e San Pietroburgo per arricchire di monumenti le città più famose della Russia.

Martedì 25 settembre: Trisulti, Alatri, Fumone.

Dopo la colazione in hotel incontro con la guida e partenza per Trisulti.

Un luogo lontano da tutto, ecco una giusta descrizione per la Certosa di Trisulti, nata a quota 800 metri su un piccolo pianoro tra i monti Ernici. I Certosini qui sono stati lontano dal mondo per circa 750 anni, fino a che nel 1947 la custodia di questo splendido luogo è stata affidata ai Cistercensi di Casamari ed ultimamente ad una Associazione religiosa inglese. Visiteremo la splendida farmacia completamente affrescata ed arredata, la chiesa con la sua caratteristica separazione tra i cori dei Padri e dei Donati, il cimitero dei Certosini, il chiostro ed infine il grande refettorio

<
Continua a leggere
282930
1234567
891011121314
151617181920
20/10/2018 08:00 - 21:00

SASSOCORVARO e CARPEGNA

Sassocorvaro e Carpegna

sabato 20 ottobre 2018

Situato nel cuore del Monferrato, Sassocorvaro si erge su un colle che domina la valle del fiume Foglia. Il suo centro storico è ancora cinto dalle antiche mura e conserva le tre originarie porte d’accesso e un torrione di vedetta quadrangolare. Il borgo è dominato dalla possente Rocca Ubaldinesca (1475), dalla singolare struttura zoomorfa a forma di testuggine, costruita da Francesco di Giorgio Martini nei primi anni del suo servizio come architetto ed ingegnere militare del duca Federico da Montefeltro. E’ il primo esempio di fortificazione studiato per opporsi all’arma nuova di quel tempo, la bombarda. La rocca è sede di una Pinacoteca che conserva numerosi dipinti che vanno dal XIV al XVIII secolo allestita in alcuni ambienti del '400. Negli anni 1943-1944 fu, insieme al Palazzo dei Principi di Carpegna, la sede del salvataggio da parte del giovane sovraintendente PASQUALE ROTONDI di oltre 10.000 capolavori d'arte provenienti da molte città che furono qui nascoste per evitare che fossero trafugate; lo straordinario episodio è ricordato dal Museo Arca dell’Arte sito ai piani nobili della Rocca, dove sono esposte le riproduzioni, in grandezza reale, di un numero considerevole fra le opere salvate. Nel centro storico è da ricodare la Collegiata di S.Giovanni Battista che custodisce affreschi del XIV e XV secolo.

A seguire avremo il pranzo presso il Ristorante ‘Da Silvana’ a Carpegna con antipasto, bis di primi, secondo con contorno, dolce, acqua, vino e caffè.

Adagiata sulla costa dell'omonimo Monte, immersa nel verde dei suoi faggeti, Carpegna è il centro di quel Montefeltro aspro e gentile che fu terra di santi e condottieri, di cupe leggende e di storia. Essa ruota attorno alla famiglia dei Conti di Carpegna, fra le più blasonate d'Italia, dalla quale derivano i Malatesta, i gloriosi Montefeltro e di Della Faggiola del notissimo Uguccione, descritto nei versi dell’Inferno di Dante

Cuore storico e artistico dell’abitato è il Palazzo dei Principi, progettato dall’architetto romano Antonio De Rossi e costruito nel 1675 su commissione del cardinale Gaspare di Carpegna.

Al suo interno sono custoditi la biblioteca e gli antichi documenti della famiglia, oltre ad arredamenti d'epoca e ai quadri raffiguranti i protagonisti maschili e femminili della storia del paese. Al pianterreno, sotto il salone principale, si trovano le scuderie; in questo ambiente, oltre alle antiche stalle, si possono ammirare le cucine dai grandissimi forni a legna, i lavabi in pietra e perfino l'acqua corrente, ottenuta con un ingegnoso sistema di scavi e convogliamenti di una falda acquifera sotterranea ancora perfettamente attiva, che sbocca in un pozzo posto in fondo alle cuci

Continua a leggere
21
222324252627
27/10/2018 21:00 - 23:00

IVANO MARESCOTTI

Sabato 27 ottobre

Teatro Il Piccolo – ore 21,00

IVANO MARESCOTTI

“BESTIALE …. QUEL GIRO D’ITALIA”

testo di Maurizio Garuti

accompagnato al pianoforte da Daniele Furlati

per i soci: invita un ospite

 

Marescotti porta in scena il ciclismo “eroico”. Il Giro d’Italia del 1914 fu il più massacrante della storia ciclistica, con tappe di oltre 400 chilometri, che partivano di notte e si concludevano la notte successiva. Lo vinse Alfonso Calzolari, l’unico bolognese che è riuscito a portare la maglia rosa sotto le due torri.

Fu ciclismo “eroico” nel senso più pieno, con i corridori sottoposti a fatiche inenarrabili, a specchio di un’Italia contadina e bracciantile che in quella corsa trovò gli interpreti della propria condizioni di vita. Alla vigilia, non casuale, di un cataclisma come la Prima Guerra Mondiale. Ivano Marescotti, accompagnato al pianoforte da Daniele Furlati, dà vita a una interpretazione esilarante e allo stesso tempo drammatica.

 

Ivano Marescotti intraprende la strada della recitazione esibendosi dapprima in teatri locali ed entrando poi in diverse compagnie teatrali importanti; l'esordio al cinema arriva qualche anno dopo. Marescotti sembra inizialmente preferire al set il palcoscenico, misurandosi con grandi registi teatrali della portata di Mario Martone, Carlo Cecchi, Giorgio Albertazzi e molti altri. Inizia poi per l'attore un periodo molto prolifero sul grande schermo, aggiudicandosi nel 1992 anche una candidatura ai Nastri d'argento e nel 1993 come protagonista assoluto il premio al Festival di Sulmona. Negli anni a seguire interpreta oltre cinquanta film, lavorando con registi di indiscussa importanza, tra i quali i premi OscarContinua a leggere

28
2930311234

Prossimi Eventi

  • SASSOCORVARO e CARPEGNA (20/10/2018 08:00 - 21:00)
    20/10/2018 08:00 - 21:00

    SASSOCORVARO e CARPEGNA

    Sassocorvaro e Carpegna

    sabato 20 ottobre 2018

    Situato nel cuore del Monferrato, Sassocorvaro si erge su un colle che domina la valle del fiume Foglia. Il suo centro storico è ancora cinto dalle antiche mura e conserva le tre originarie porte d’accesso e un torrione di vedetta quadrangolare. Il borgo è dominato dalla possente Rocca Ubaldinesca (1475), dalla singolare struttura zoomorfa a forma di testuggine, costruita da Francesco di Giorgio Martini nei primi anni del suo servizio come architetto ed ingegnere militare del duca Federico da Montefeltro. E’ il primo esempio di fortificazione studiato per opporsi all’arma nuova di quel tempo, la bombarda. La rocca è sede di una Pinacoteca che conserva numerosi dipinti che vanno dal XIV al XVIII secolo allestita in alcuni ambienti del '400. Negli anni 1943-1944 fu, insieme al Palazzo dei Principi di Carpegna, la sede del salvataggio da parte del giovane sovraintendente PASQUALE ROTONDI di oltre 10.000 capolavori d'arte provenienti da molte città che furono qui nascoste per evitare che fossero trafugate; lo straordinario episodio è ricordato dal Museo Arca dell’Arte sito ai piani nobili della Rocca, dove sono esposte le riproduzioni, in grandezza reale, di un numero considerevole fra le opere salvate. Nel centro storico è da ricodare la Collegiata di S.Giovanni Battista che custodisce affreschi del XIV e XV secolo.

    A seguire avremo il pranzo presso il Ristorante ‘Da Silvana’ a Carpegna con antipasto, bis di primi, secondo con contorno, dolce, acqua, vino e caffè.

    Adagiata sulla costa dell'omonimo Monte, immersa nel verde dei suoi faggeti, Carpegna è il centro di quel Montefeltro aspro e gentile che fu terra di santi e condottieri, di cupe leggende e di storia. Essa ruota attorno alla famiglia dei Conti di Carpegna, fra le più blasonate d'Italia, dalla quale derivano i Malatesta, i gloriosi Montefeltro e di Della Faggiola del notissimo Uguccione, descritto nei versi dell’Inferno di Dante

    Cuore storico e artistico dell’abitato è il Palazzo dei Principi, progettato dall’architetto romano Antonio De Rossi e costruito nel 1675 su commissione del cardinale Gaspare di Carpegna.

    Al suo interno sono custoditi la biblioteca e gli antichi documenti della famiglia, oltre ad arredamenti d'epoca e ai quadri raffiguranti i protagonisti maschili e femminili della storia del paese. Al pianterreno, sotto il salone principale, si trovano le scuderie; in questo ambiente, oltre alle antiche stalle, si possono ammirare le cucine dai grandissimi forni a legna, i lavabi in pietra e perfino l'acqua corrente, ottenuta con un ingegnoso sistema di scavi e convogliamenti di una falda acquifera sotterranea ancora perfettamente attiva, che sbocca in un pozzo posto in fondo alle cuci

    Continua a leggere
  • IVANO MARESCOTTI (27/10/2018 21:00 - 23:00)
    27/10/2018 21:00 - 23:00

    IVANO MARESCOTTI

    Sabato 27 ottobre

    Teatro Il Piccolo – ore 21,00

    IVANO MARESCOTTI

    “BESTIALE …. QUEL GIRO D’ITALIA”

    testo di Maurizio Garuti

    accompagnato al pianoforte da Daniele Furlati

    per i soci: invita un ospite

     

    Marescotti porta in scena il ciclismo “eroico”. Il Giro d’Italia del 1914 fu il più massacrante della storia ciclistica, con tappe di oltre 400 chilometri, che partivano di notte e si concludevano la notte successiva. Lo vinse Alfonso Calzolari, l’unico bolognese che è riuscito a portare la maglia rosa sotto le due torri.

    Fu ciclismo “eroico” nel senso più pieno, con i corridori sottoposti a fatiche inenarrabili, a specchio di un’Italia contadina e bracciantile che in quella corsa trovò gli interpreti della propria condizioni di vita. Alla vigilia, non casuale, di un cataclisma come la Prima Guerra Mondiale. Ivano Marescotti, accompagnato al pianoforte da Daniele Furlati, dà vita a una interpretazione esilarante e allo stesso tempo drammatica.

     

    Ivano Marescotti intraprende la strada della recitazione esibendosi dapprima in teatri locali ed entrando poi in diverse compagnie teatrali importanti; l'esordio al cinema arriva qualche anno dopo. Marescotti sembra inizialmente preferire al set il palcoscenico, misurandosi con grandi registi teatrali della portata di Mario Martone, Carlo Cecchi, Giorgio Albertazzi e molti altri. Inizia poi per l'attore un periodo molto prolifero sul grande schermo, aggiudicandosi nel 1992 anche una candidatura ai Nastri d'argento e nel 1993 come protagonista assoluto il premio al Festival di Sulmona. Negli anni a seguire interpreta oltre cinquanta film, lavorando con registi di indiscussa importanza, tra i quali i premi OscarContinua a leggere

  • ITALIAN YOUTH GUITAR ORCHESTRA (15/11/2018 21:00 - 23:00)
    15/11/2018 21:00 - 23:00

    ITALIAN YOUTH GUITAR ORCHESTRA

    Giovedì 15 novembre ore 21,00

    presso La Sala Teatro de La Fabbrica delle Candele (Piazzetta Corbizzi 9/30)

    ITALIAN YOUTH GUITAR ORCHESTRA

    M° Pier Luigi Colonna, direttore e concertatore

     

    per i soci: invita un ospite

     

    Programma:

    Omaggio a Rossini, Ouvertures del Barbiere di Siviglia e La gazza Ladra

    Josquin des Pres, “Mille Regretz”

    Johann Pachelbel, Canone in RE maggiore con contaminazioni di musica irlandese, PachelReel),

    Antonio Vivaldi, Sinfonia in Do minore F.XI n.9

    Pier Luigi Colonna, Postlude d’après l’étude n° 1 de H.Villa-Lobos

    Gabriel Fauré, romanze

    Johann Paul Martini, Plaisir d’Amor

    Medley di reels Irlandesi,

    Medley di musiche popolari latino-americane, la Mezclatina

     

    Il M° Pier Luigi Colonna, Chitarrista, Liutista, Compositore e Direttore d'orchestra, di orchestre di chitarre, sole, o insieme a strumenti a fiato, archi, voci soliste e coro, con un repertorio appositamente creato attraverso sue trascrizioni, arrangiamenti e composizioni.

    Il progetto dell'orchestra di chitarre nasce circa quattro anni fa presso l'Istituto Musicale "A.Masini" di Forlì e successivamente viene introdotto nell'offerta formativa del Conservatorio "A.Boito" di Parma. L'orchestra attualmente è formata principalmente da allievi diplomati e giovani promesse provenienti da scuole di Alta Formazione dell'Emilia Romagna e saltuariamente si stanno aggregando anche chitarristi provenienti dall'estero, realizzando così a poco a poco il progetto della creazione di un'orchestra internazionale.

    Gli organici orchestrali diretti dal M° Colonna si differenziano nello stile interpretativo dai comuni en

    Continua a leggere
  • BOLOGNA, prova aperta (24/11/2018 08:30 - 14:00)
    24/11/2018 08:30 - 14:00

    BOLOGNA, prova aperta

    Una mattina insieme……. agli Amici dell’Arte

    Bologna,

    sabato 24 Novembre 2018

    Visto il gradimento della partecipazione il 19 giugno u.s. alle prove aperte presso il Teatro Comunale proponiamo di assistere nella mattinata di sabato 24 novembre alle ore 10,30 presso il Teatro Auditorium Manzoni alla prova del concerto con l'orchestra diretta dal Maestro MICHELE MARIOTTI e con la partecipazione del pianista ROBERTO COMINATI.

    In programma Luis De Pablo Nuova Commissione della Regia Accademia Filarmonica di Bologna

    Maurice Ravel Concerto per la mano sinistra in Re maggiore

    Sergej Prokof'ev Romeo e Giulietta suite dal balletto

    In anticipo rispetto alla data il Teatro chiede di conoscere il numero dei partecipanti, per cui invitiamo gli interessati a dare adesione entro i primi di novembre.

    Partenza in treno da Forlì alle ore 8,27. Pomeriggio e rientro a Forlì liberi.

    Costo comprensivo del biglietto di ingresso e costi organizzativi: soci e non soci € 10,00.

    Continua a leggere
  • GIUSEPPE ETTORRE contrabbasso PIERLUIGI DI TELLA pianoforte (25/11/2018 21:00 - 23:00)
    25/11/2018 21:00 - 23:00

    GIUSEPPE ETTORRE contrabbasso PIERLUIGI DI TELLA pianoforte

    Domenica 25 Novembre

    Chiesa di Ravaldino, Corso Diaz, ore 21,00

    GIUSEPPE ETTORRE contrabbasso

    PIERLUIGI DI TELLA pianoforte

    per i soci: invita un ospite

    programma

    Arvo Pärt, Spiegel im Spegel

    Giovanni B. Sammartini, Sonata III in la min.

    Giacinto Scelsi, Mantram

    Johann S. Bach, Sonata in sol magg. BWV 1027

    Karlheinz Stockhausen, Solo (n.19) per contrabbasso e looping feedbach system

    (assemblaggio, partitura e saftware di Enrico Francioni)

    Giovanni Bottesini, Introduzione e Gavotta

    Giuseppe Ettorre, Le colonne rosa di San Lorenzo

    Adolf Mišek, Sonata n.2 in mi min. op. 6

    ingresso promozionale € 10,00 oltre alle agevolazioni previste

     

    Giuseppe Ettorre. Primo contrabbasso solista dal 1991 dell’Orchestra e della Filarmonica della Scala, in cui è entrato nel 1987 sotto la direzione musicale di Riccardo Muti, Ettorre svolge anche una intensa attività cameristica e concertistica. Vincitore nel 1991 del Concorso dell’ARD di Monaco di Baviera , è stato premiato anche al Concorso “Bottesini” di Parma nel 1989.Socio fondatore e Presidente dell’ ”Ensemble Strumentale Scaligero”, e Consigliere di Amministrazione della Filarmonica della Scala da oltre 25 anni, fa parte anche del gruppo “I Cameristi della Scala”, e ha registrato su CD opere di Bach, con la clavicembalista Emilia Fadini,e di Rossini, Bottesini, Berio, Henze, Piazzolla per l’etichetta “NBB Records”. Di recente uscita il CD “Sextet” (etichetta Decam-Tdd/Edel), che comprende sedici sue composizioni da cui traspare l’interesse per forme musicali moderne, dal jazz alla new age. In tale contesto ha suonato in quintetto anche con Bobby Mc Ferrin, e in trio con Stefano Bollani in un concerto con la Filarmonica della Scala e Riccardo Chailly registrato su DVD per la Decca In ambito cameristico ha collaborato anche con il Sestetto dei Berliner Philarmoniker, il Quartetto Borodin, il Quartetto della Scala e il Trio di Parma, con cui sta portando in tournèe nei principali teatri italiani il Quintetto “La Trota” di Schubert. E’ docente a Milano presso l’Accademia della Scala e la Scuola Musicale, a cui si aggiungono masterclass in Italia e nel mondo. Dal 2016 è inoltre docente presso i Corsi di perfezionamento dell’Accademia Chigiana di Siena, e da settembre 2017 è stato nominato "Visiting International Teacher" al Conservatorio di Birmingham (UK). Suona uno strume

    Continua a leggere
Termini di Utilizzo   Privacy   Associazione Amici dell'Arte - Viale Roma, 124 - Forlì (FC) - p.iva 03132930409