Eventi

11

mar

2022

WING LI Pianoforte

Teatro Diego Fabbri Forlì

Venerdì 11 marzo 2022 - Teatro Diego Fabbri, ore 21:00
YING LI , pianoforte

Programma:

W.A.Mozart, Sonata in si bemolle maggiore K 333

Béla Bartók, Sonata sz 80

W.A.Mozart, Sonata in si bemolle maggiore K 281

F. Liszt, Parafrasi sul Rigoletto 

Vincitrice della prima edizione del Premio Internazionale Antonio Mormone, Ying Li ha vinto nell’ottobre 2021 anche lo Young Concert Artist Auditions a New York. Ha iniziato lo studio del pianoforte a cinque anni in Cina e all’età di quattordici anni si è trasferita a Philadelphia per studiare al Curtis Institute of Music, dove si è diplomata nel 2019. Nel giugno 2021 ha conseguito il Master of Music alla Julliard di New York. In qualità di solista, Ying ha suonato con la Philadelpia Orchestra, New Jersey Symphony, St. Petersburg Chamber Philharmonic, NWD Philharmonie, Orchestra Accademia Teatro alla Scala, Longwood Symphony. Appassionata camerista è invitata da numerosi festival internazionali quali il Ravinia festival, La Jolla Music Society, Great Lakes a Detroit, Norfolk Festival, Brevard Music e al Festival di Verbier. Ha suonato al Teatro alla Scala, Sala Verdi del Conservatorio di Milano, Verizon Hall a Philadelphia, Kaufman Music Center a New York, Harris Concert Hall a Memphis, New World Center a Miami, Chicago Cultural Center, ACT Concert Hall in Giappone. Nel 2021 è stata anche finalista al Concours Musical International de Montréal e ha vinto il premio speciale per la migliore esecuzione di musica francese al Cleveland International Piano Competition. E’ membro dell’AYA Trio. Il suo primo album uscirà nei prossimi mesi per Universal ed è dedicato a Mozart e Bartók.

 

Commenti (0)
Number of views (118)
Continua

Categorie: Concerti

Tags:

26

mar

2022

ANCONA e SIROLO

 

Sabato 26 marzo 2022

ANCONA, SIROLO e pranzo 

La nostra visita inizierà da San Ciriaco, emblema indiscusso di Ancona tra le chiese medievali più significative delle Marche e d’Italia. Situata sulla sommità del colle Guasco permette di dominare la città e il porto con l’arco di Traiano e la Mole Vanvitelliana e per la sua complessa struttura che fonde una base romanica con elementi gotici e bizantini incarna l’incontro artistico tra la cultura adriatica e quella orientale. Scenderemo verso il porto costeggiando il palazzo del Senato e degli Anziani, fermandoci nella Chiesa di San Francesco alle Scale, una delle più suggestive della città con un magnifico portale in stile gotico fiorito e che conserva una pala del Lotto, giungeremo in piazza del Plebiscito, il salotto buono della città che gli anconetani chiamano piazza del papa per la statua di Clemente XII che ne domina la scena. Visiteremo la chiesa di San Domenico con la pala del Guercino e la Crocefissione del Tiziano, raggiungeremo la fontana del Calamo e la chiesa di Santa Maria della Piazza autentico gioiello romanico che sorge a ridosso delle mura della polis fondata dai Greci siracusani, ci spingeremo poi fino alla Loggia dei Mercanti e palazzo Benincasa. Nel pomeriggio ci spingeremo sino al Passetto, un’area panoramica che si affaccia sulla costa alta di Ancona a picco sul mare. Proseguiremo poi verso il Conero per visitare la baia di Portonovo e Sirolo.

Sirolo: un raffinato salotto a cielo aperto, situato nell’incantevole Parco del Conero, è una delle località costiere più belle delle Marche, Sirolo è un borgo che sorge sui versanti del Monte Conero, a 125 metri sul livello del mare. Tutto il centro storico di Sirolo è un intrico di romanticismo da scoprire in ogni suo angolo, con case curate nei minimi dettagli, balconi fioriti e angoli di scorci sparsi qua e là. La sua struttura è di origine tardo medioevale, ed è perfettamente conservata. Un dedalo di stradine da percorrere a piedi, dove trovano posto numerose botteghe con originali creazioni fatte a mano e ristorantini tipici di cucina marchigiana, per giungere così ad una piazza ampia e luminosa completamente a picco sul mare, con una veduta strepitosa.

Pranzo : a Ancona , presso Trattoria La Cantineta

P

Commenti (0)
Number of views (132)
Continua

Categorie: Iniziative

Tags:

RSS

Categorie

Calendario

«marzo 2022»
lunmarmergiovensabdom
28123456
7891011
11/03/2022 21:00 - 23:00

WING LI Pianoforte

Venerdì 11 marzo 2022 - Teatro Diego Fabbri, ore 21:00
YING LI , pianoforte

Programma:

W.A.Mozart, Sonata in si bemolle maggiore K 333

Béla Bartók, Sonata sz 80

W.A.Mozart, Sonata in si bemolle maggiore K 281

F. Liszt, Parafrasi sul Rigoletto 

Vincitrice della prima edizione del Premio Internazionale Antonio Mormone, Ying Li ha vinto nell’ottobre 2021 anche lo Young Concert Artist Auditions a New York. Ha iniziato lo studio del pianoforte a cinque anni in Cina e all’età di quattordici anni si è trasferita a Philadelphia per studiare al Curtis Institute of Music, dove si è diplomata nel 2019. Nel giugno 2021 ha conseguito il Master of Music alla Julliard di New York. In qualità di solista, Ying ha suonato con la Philadelpia Orchestra, New Jersey Symphony, St. Petersburg Chamber Philharmonic, NWD Philharmonie, Orchestra Accademia Teatro alla Scala, Longwood Symphony. Appassionata camerista è invitata da numerosi festival internazionali quali il Ravinia festival, La Jolla Music Society, Great Lakes a Detroit, Norfolk Festival, Brevard Music e al Festival di Verbier. Ha suonato al Teatro alla Scala, Sala Verdi del Conservatorio di Milano, Verizon Hall a Philadelphia, Kaufman Music Center a New York, Harris Concert Hall a Memphis, New World Center a Miami, Chicago Cultural Center, ACT Concert Hall in Giappone. Nel 2021 è stata anche finalista al Concours Musical International de Montréal e ha vinto il premio speciale per la migliore esecuzione di musica francese al Cleveland International Piano Competition. E’ membro dell’AYA Trio. Il suo primo album uscirà nei prossimi mesi per Universal ed è dedicato a Mozart e Bartók.

 

Continua a leggere
1213
14151617181920
212223242526
26/03/2022 07:00 - 20:30

ANCONA e SIROLO

 

Sabato 26 marzo 2022

ANCONA, SIROLO e pranzo 

La nostra visita inizierà da San Ciriaco, emblema indiscusso di Ancona tra le chiese medievali più significative delle Marche e d’Italia. Situata sulla sommità del colle Guasco permette di dominare la città e il porto con l’arco di Traiano e la Mole Vanvitelliana e per la sua complessa struttura che fonde una base romanica con elementi gotici e bizantini incarna l’incontro artistico tra la cultura adriatica e quella orientale. Scenderemo verso il porto costeggiando il palazzo del Senato e degli Anziani, fermandoci nella Chiesa di San Francesco alle Scale, una delle più suggestive della città con un magnifico portale in stile gotico fiorito e che conserva una pala del Lotto, giungeremo in piazza del Plebiscito, il salotto buono della città che gli anconetani chiamano piazza del papa per la statua di Clemente XII che ne domina la scena. Visiteremo la chiesa di San Domenico con la pala del Guercino e la Crocefissione del Tiziano, raggiungeremo la fontana del Calamo e la chiesa di Santa Maria della Piazza autentico gioiello romanico che sorge a ridosso delle mura della polis fondata dai Greci siracusani, ci spingeremo poi fino alla Loggia dei Mercanti e palazzo Benincasa. Nel pomeriggio ci spingeremo sino al Passetto, un’area panoramica che si affaccia sulla costa alta di Ancona a picco sul mare. Proseguiremo poi verso il Conero per visitare la baia di Portonovo e Sirolo.

Sirolo: un raffinato salotto a cielo aperto, situato nell’incantevole Parco del Conero, è una delle località costiere più belle delle Marche, Sirolo è un borgo che sorge sui versanti del Monte Conero, a 125 metri sul livello del mare. Tutto il centro storico di Sirolo è un intrico di romanticismo da scoprire in ogni suo angolo, con case curate nei minimi dettagli, balconi fioriti e angoli di scorci sparsi qua e là. La sua struttura è di origine tardo medioevale, ed è perfettamente conservata. Un dedalo di stradine da percorrere a piedi, dove trovano posto numerose botteghe con originali creazioni fatte a mano e ristorantini tipici di cucina marchigiana, per giungere così ad una piazza ampia e luminosa completamente a picco sul mare, con una veduta strepitosa.

Pranzo : a Ancona , presso Trattoria La Cantineta

PContinua a leggere

27
28293031123
4
04/04/2022 21:00 - 23:00

ENRICO PIERANUNZI pianoforte ORCHESTRA MADERNA

Lunedì 4 aprile 2022 - Teatro Diego Fabbri, ore 21:00
ORCHESTRA BRUNO MADERNA
Enrico Pieranunzi , direttore e pianoforte

Programma:

Domenico Scarlatti,

quattro concerti per pianoforte e archi Scarlatti-Avison

Concerto 2 in Sol

Concerto 3 in La minore

Concerto 4 in Re minore

Concerto 7 in Sol minore 

Delle 555 sonate composte per clavicembalo dal geniale compositore napoletano Domenico Scarlatti (1685-1757), solo 30 sono giunte a noi nella versione autografa. Pubblicate a Londra nel 1738 col nome di Essercizi per Gravicembalo, queste 30 sonate divennero ben presto oggetto di ammirazione e diffusione negli ambienti musicali inglesi. Ad esse si appassionò, tra gli altri, Charles Avison, organista della cattedrale di Newcastle. Ottimo musicista e teorico, Avison traspose dal clavicembalo ad un doppio ensemble d’archi un’ampia selezione di quelle 30 sonate (ed altre cui ebbe accesso), arrangiandole sapientemente secondo il miglior stile dell'epoca.

Proprio i Concerti Grossi After Scarlatti pubblicati da Avison a Londra nel 1744 come Dodici Concerti in Sette Parti sono stati l’input di un’operazione coraggiosa e fantasiosa concepita da Enrico Pieranunzi per estendere ulteriormente la sua personale ricerca sulla musica di Domenico Scarlatti, iniziata nel 2007 con il suo apprezzatissimo album solista “Plays Scarlatti”. 

L’idea è stata quella di sostituire il pianoforte ad uno dei due gruppi d’archi previsti dal musicista inglese nell’organico dei suoi concerti facendo così in modo che Domenico Scarlatti, pur non avendolo mai fatto realmente in vita, “scrivesse” ex post concerti per pianoforte e archi tratti dalle sue sonate. Il risultato è il programma assolutamente straordinario che sarà presentato al pubblico: quattro concerti per pianoforte e archi che propongono in una inedita e sorprendente veste sonora la musica di uno dei più grandi compositori di sempre, capace di dar vita a opere tra le più originali e intense mai concepite da mente musicale.

Blues, barocco e molto altro, un’attività eclettica in cui pianismo, composizione e arrangiamento sono inscindibilmente intrecciati e che spesso l’ha visto impegnato anche come autore nella musica per film e teatro.Questo il mondo musicale senza confini di Enrico Pieranunzi, musicista tra i più versatili della scena musicale europea, nella cui particolarissima avventura sonora jazz e classica convivono fin dall’inizio uno a fianco all’altra.

È l’unico musicista italiano ad aver suonato e registrato più volte a suo nome nello storico “Village Vanguard” di New York.  Parecchie sue composizioni sono diventate veri e propri standard suonati e registrati da musicisti di tutto il mondo Il suo originale linguaggio musicale è stato oggetto di numerose tesi di laurea o di dottorato, in Italia e all’estero.

 

Continua a leggere
5678910

Archivio