Login
Eventi

Pubblicato il giovedì 4 luglio 2019

AMIATA PIANO FESTIVAL

San Quirico d’Orcia, Giardino di Daniel Spoerri, Abbadia San Salvatore, Santa Fiora, Sorano, Pitigliano, Sovana, Massa Marittima, S.Galgano

Data Evento: 28/08/2019 07:00 - 31/08/2019 22:30 Esporta evento

AMIATA PIANO FESTIVAL

San Quirico d’Orcia, Giardino di Daniel Spoerri, Abbadia San Salvatore, Santa Fiora, Sorano, Pitigliano, Sovana, Massa Marittima, S.Galgano

28 29 30 31 Agosto

28 agosto San Quirico d’Orcia e il giardino di Daniel Spoerri

Nel cuore della Val d’Orcia, seduto su colli dalle sinuosità impareggiabili, c’è un borgo antichissimo di probabile origine etrusca, immerso in un paesaggio fatto di oliveti, vigneti e boschi di querce. Territorio dove ammirare con stupore l’equilibrio perfetto raggiunto nei secoli tra paesaggio naturale e opera dell’uomo. San Quirico d’Orcia, con le sue splendide rocche e le sue pievi medievali, è - in questo territorio celebre per l’armonia delle splendide campagne - uno di quei posti da visitare assolutamente una volta giunti in questo scenario incantato.

Tra le attrazioni da non perdere si segnalano la Collegiata dei Santi Quirico e Giuditta, un edificio romanico le cui prime notizie risalgono addirittura all’VIII secolo. Il centro del borgo è particolarmente pittoresco grazie alle invitanti stradine lastricate e alle belle fontane di pietra. Una nota caratterizzante nella storia e in parte nell’aspetto del paese è il fatto di sorgere lungo il tracciato Via Francigena, la cui importanza nelle vicende di San Quirico è testimoniata dalla presenza dell’Ospedale della Scala, dove veniva offerta ospitalità ai pellegrini. Meritano poi una visita i resti della torre del Cassero e gli Horti Leonini, tipico giardino cinquecentesco da cui si accede da un’entrata tra le mura e la piazza.

Al giardino di Daniel Spoerri le sculture contemporanee trovano spazio, si confondono e si nascondono nell’ambiente naturale. E il parco di 16 ettari diventa un museo che, nato all’inizio degli anni Novanta per iniziativa dell’artista rumeno, ma svizzero di adozione, Daniel Spoerri, contiene più di 100 opere sue e dei suoi amici scultori e colleghi,  immerse in un giardino incantato con intorno la val d’Orcia, il monte Amiata e il mare sullo sfondo.

                            

          San Quirico d’Orcia                   Giardino di Daniel Spoerri              Amiata Piano Festival                      Pitigliano

29 agosto Abbadia San Salvatore

Circondato da boschi verdissimi, Abbadia San Salvatore è uno dei borghi più belli sul Monte Amiata: un paese dal fascino davvero unico, che ha conservato le sue antiche tradizioni, dove il tempo sembra essersi fermato. Visiteremo la splendida Abbazia di San Salvatore che dà il nome al paese e fu fondata nel 750 dal re longobardo Ratchis, nel luogo dove secondo la leggenda aveva visto apparirgli la Trinità sopra un abete bianco, una storia suggestiva che si può ammirare ancora oggi negli affreschi seicenteschi di Francesco Nasini dentro la chiesa. A stupirvi sarà la cripta, con 32 colonne tutte diverse l'una dall'altra. L'Abbazia ha conservato per quasi mille anni la Bibbia Amiatina, la più antica copia manoscritta al mondo del testo sacro. Proseguiamo con passeggiata nel borgo storico, cresciuto all'ombra dell'Abbazia, tra vicoli stretti e case in pietra, con i portoni ancora decorati di simboli medievali e porte che si affacciano sui panorami mozzafiato della Val d'Orcia.  Non può mancare una visita al Museo Minerario di Abbadia nella miniera dove fino al 1972 si estraeva il cinabro per ricavarne mercurio. Oggi si può scendere nelle viscere della terra e visitare le gallerie, accompagnati da un ex minatore che racconta quali erano le condizioni di vita e di lavoro sottoterra. Un'esperienza davvero unica!

Santa Fiora - Immersa nello splendido paesaggio dell’Amiata, Santa Fiora è un borgo romantico con la sua via dell’Amorino, ricca di testimonianze della famiglia Aldobrandeschi nel periodo medievale e degli Sforza nel rinascimento, con le vestigia del castello e del palazzo Sforza Cesarini. Nel terziere di Castello si trova la pieve delle Sante Flora e Lucilla con all’interno la più importante collezione al mondo di terracotte robbiane.

30 agosto Sorano Pitigliano Sovana

Nell’Etruria meridionale, abitata e colonizzata dagli Etruschi, spuntano piccoli centri costruiti su rilievi non troppo alti ma assai ripidi circondati da una campagna ricca e molto variata dove non mancano uno o più corsi d’acqua. Pitigliano, che sorge nei pressi del fiume Flora ha una scenografia di grande effetto. Il paese si aggrappa su un alto sperone di tufo bucato da antiche grotte su cui svettano le case che formano un grandioso baluardo compatto e impenetrabile. Oltre che per l’interesse etrusco, Pitigliano merita di essere visitato per il suo antico borgo medievale, la zona più suggestiva del paese. Sorano, un bel borgo medievale, romano d’origine, è anch’esso arrampicato su una rupe di tufo che sovrasta la valle del Lente. Immerso in una serena quiete c’è il borgo medievale d  Sovana dove nacque Gregorio VII, protagonista della lunga lotta per le investiture. Rimasta ferma nel tempo, con la rara pavimentazione a spina di pesce, le piccole ridenti case di tufo e i suoi preziosi monumenti che datano dal ‘200 al ‘400, Sovana dà l’esatta sensazione di come doveva trascorrere il ritmo della vita nei secoli scorsi tanto che qualsiasi rumore estraneo stona come una nota sbagliata d’una sinfonia altrimenti perfetta.

 

31 agosto Adagiato su un colle alto e isolato, il bel centro storico di Massa Marittima svetta racchiuso entro una cinta muraria ben conservata, rappresentando uno dei complessi urbanistico-architettonici più rilevanti di tutta la Toscana. Le anguste stradine che attraversano il colle conducono a un luogo magico, dove l’armonia delle linee accoglie il visitatore lasciandogli contemplare con stupore un luogo sorprendente e senza tempo. Visiteremo la Cattedrale, il terziere di città vecchia e il terziere di città nuova.

Dopo il pranzo libero nel pomeriggio visiteremo l’abbazia di S.Galgano e l’eremo di Montesiepi, sorto in forme romaniche come mausoleo del giovane santo eremita la cui peculiarità è la cosiddetta rotonda di S.Galgano che racchiude oltre la tomba del santo, la roccia con la spada.

PROGRAMMA

28 Agosto: partenza ore 7 da Viale Roma 128 (davanti allo stadio) per San Quirico d’Orcia , visita con guida del borgo, pranzo libero e nel pomeriggio visita guidata del giardino di Daniel Spoerri. Arrivo in serata al Park Hotel Spa & Resort in località Aiuole (Arcidosso).Cena e pernottamento.

29 Agosto: dopo la colazione visita guidata a Abbadia S.Salvatore e Santa Fiora, pranzo a Santa Fiora al ristorante Il Barilotto. Rientro nel pomeriggio in albergo da dove ripartiremo alla volta di Poggi del Sasso per assistere alle ore19 al concerto di apertura del blocco Dionisus dell’Amiata Piano Festival con l’Orchestra di Padova e del Veneto diretta diretta da Marco Angius, con la partecipazione al pianoforte di Maurizio Baglini e al violoncello di Silvia Chiesa. Nell’intervallo del concerto è previsto un rinfresco/cena Rientro e pernottamento

30 Agosto: dopo la colazione partenza per la visita guidata di Sorano, Pitigliano e Sovana. Pranzo a Pitigliano all’Hostaria da Ceccottino. Rientro cena e pernottamento.

31 Agosto: dopo la colazione partenza per la visita guidata di Massa Marittima, pranzo libero e nel primo pomeriggio visita guidata dell’Abbazia d S.Galgano e dell’Eremo di Montesiepi. Viaggio di ritorno e rientro a Forlì  

Costo: comprensivo di viaggio in bus riservato con assicurazione, sistemazione in hotel in camera doppia, visite guidate, ingressi ove previsti, pranzi dei gg.29 e 30 , cene dei gg. 28,29 30, ingresso al concerto g. 29

Sono disponibili n° 30 posti

con 30 partecipanti: soci €                   465,00               ..non soci €  .485,00

supplemento camera singola € 15,00x3 notti = € 45,00

è possibile rinunciare ai pranzi dei gg.29 e 30 per coloro che preferiranno un pranzo libero , sconto sulla quota di € 50,00

Alla prenotazione è richiesto l’anticipo di € 130,00, saldo entro il 18 agosto

 

Informazioni e prenotazioni: Amici dell’Arte, Viale Roma 124 – 47121 Forlì

e-mail : info@amicidellarte.info ;  tel 0543-62821  cell…………………………

Organizzazione Tecnica Agenzia Viaggi & Turismo “La Stella cadente Vacanze’www.stellacadentevacanze.it

Commenti (0)Number of views (128)

Autore: Amici Dell'Arte

Categorie: Iniziative

Tags:

Stampa
Categorie
Calendario
«dicembre 2019»
lunmarmergiovensabdom
25262728
28/11/2019 08:30 - 17:30

TEATRO AUDITORIUM MANZONI

Giovedì 28 Novembre 2019

Una mattina insieme……. agli  Amici dell’Arte

BOLOGNA - TEATRO AUDITORIUM MANZONI

PROVE APERTE

Presso il Teatro Auditorium Manzoni di Bologna il g.28 Novembre alle ore 10,30 l’Associazione Amici dell’Arte partecipa alle prove aperte del concerto con l’Orchestra del Teatro Comunale diretta dal M° Dan Ettinger, classe 1971, direttore tra i più acclamati della sua generazione

In programma

Gustav Mahler, Sifonia n°V

In anticipo rispetto alla data il Teatro chiede di conoscere il numero dei partecipanti, per cui invitiamo gli interessati a dare adesione entro i primi di novembre.

Programma:

Partenza in treno da Forlì alle ore 8,27 (biglietto a carico dei partecipanti).

Costo comprensivo del biglietto di ingresso e costi organizzativi:

soci e non soci € 10,00. - Pomeriggio e rientro a Forlì liberi.

Continua a leggere
29301
23456
06/12/2019 21:00 - 23:00

CARLO VISTOLI controtenore, GIULIA RICCI, clavicembalo, GABRIELE ZELLI presentatore

6 dicembre 2019, ore 21,00 - Chiesa Sant’Antonio Abate in Ravaldino

Carlo Vistoli, controtenore

Giulia Ricci, clavicembalo

Gabriele Zelli, presentatore

Musiche di G. Frescobaldi, B Tromboncino, C. Monteverdi, F. Laurenzi, F. Cavalli

Cuore di questo particolare spettacolo è la presentazione dello splendido quadro recentemente restaurato da Isabella Cervetti ‘Deposizione’ del pittore forlivese Livio Agresti, esposto nella chiesa di Sant’Antonio Abate in Ravaldino

Graditissimo ospite con il compito di illustrare la vita e l’opera del pittore sarà un altro illustre concittadino, Gabriele Zelli, conosciuto ed apprezzato a tal punto da non necessitare di altre presentazioni.

La parte musicale è affidata alla voce del controtenore Carlo Vistoli reduce da recenti successi presso il Teatro alla Scala ed a Giulia Ricci giovanissima e dotata pianista, clavicembalista e organista.

 

Carlo Vistoli. Dopo aver studiato chitarra classica e pianoforte, si dedica allo studio del canto lirico come controtenore. Ha partecipato a Masterclass sulla vocalità barocca ed al Corso di Canto rinascimentale e barocco presso il Conservatorio «Frescobaldi» di Ferrara. Numerosi i riconoscimenti anche internazionali e le partecipazioni a spettacoli di successo. Fresco del successo raccolto all'Opera di Roma come Orfeo, ha recentemente debuttato al teatro alla Scala nell’opera Semele di G. F. Händel.

Giulia Ricci inizia il suo percorso musicale presso l’Istituto “A. Masini” della sua città, studiando pianoforte ed organo. Nel 2016 consegue presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro il Triennio di I livello di pianoforte con lode. Si distingue in concorsi nazionali ed internazionali e si perfeziona alla Scuola di Musica di Fiesole con Andrea Lucchesini. Nel 2016 intraprende lo studio del clavicembalo e l’anno successivo vince il secondo premio ex aequo ed il premio per l’esecuzione del miglior brano concertato d’obbligo al Concorso Europeo “G. Giambi” di Pesaro. Si distingue nel 2018 all’International Harpsichord Competition di Bruges (Belgio) e presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze consegue, con lode, la laurea di II livello in clavicembalo. Dal 2019 studia clavicembalo ed organo presso la Schola Cantorum Basiliensis .

Continua a leggere

78
9101112131415
16
16/12/2019 21:00 - 23:00

ORCHESTRA BRUNO MADERNA direttore DONATO RENZETTI

16 dicembre, ore 21,00 – Chiesa di San Giacomo

Orchestra Bruno Maderna

direttore M° Donato Renzetti

Programma: Pëtr Il'ič Čajkovskij, Sinfonia n°5 in mi min. op 64

Felix Mendelssohn, Sinfonia in la min. n° 3 ‘Scozzese’

Donato Renzetti. È tra i direttori d'orchestra italiani più affermati nel mondo. Ha studiato composizione e direzione d'orchestra al Conservatorio Giuseppe Verdi (Milano) ed ha ottenuto numerosi riconoscimenti in importanti concorsi internazionali. Ha diretto alcune tra le più importanti orchestre del panorama musicale internazionale ed è stato invitato nei principali teatri lirici del mondo. La sua carriera non ha avuto sosta alternando l'attività sinfonica con produzioni d'Opera Lirica e registrazioni discografiche

 

Continua a leggere
17181920
20/12/2019 21:00 - 23:00

ORCHESTRA BRUNO MADERNA , CORI SAN PAOLO E CAPPUCCININI

20 dicembre 2019 ore 21,00 - Abbazia di San Mercuriale

Orchestra Bruno Maderna

Coro San Paolo e Coro Cappuccinini

Concerto di Natale

Canti e Musiche tradizionali

Ingresso a offerta libera

L’Orchestra Bruno Maderna nasce nel 1997 da un’idea di alcuni musicisti uniti dal desiderio di fare musica insieme, oltre che dalla volontà di creare qualcosa di nuovo. L’Orchestra Maderna si distingue per il costante impegno a favore della diffusione e divulgazione della cultura musicale sul territorio romagnolo e per l’opera di incentivazione del lavoro e della professionalità dei musicisti romagnoli.

Il Coro San Paolo, diretto dal M° Enrico Pollini, rappresenta un’istituzione storica della parrocchia, essendo nato praticamente insieme ad essa. Nella sua attività ultra trentennale, centinaia di coristi si sono succeduti ed hanno contribuito al successo “sociale” ed “artistico” che il coro ha sempre riscosso. La proficua collaborazione con il Coro dei Cappuccinini permette di ampliare l’attività ad una dimensione non solo parrocchiale ma di più ampio respiro.

Continua a leggere
2122
23242526272829
303112345

Prossimi Eventi

  • CARLO VISTOLI controtenore, GIULIA RICCI, clavicembalo, GABRIELE ZELLI presentatore (06/12/2019 21:00 - 23:00)
    06/12/2019 21:00 - 23:00

    CARLO VISTOLI controtenore, GIULIA RICCI, clavicembalo, GABRIELE ZELLI presentatore

    6 dicembre 2019, ore 21,00 - Chiesa Sant’Antonio Abate in Ravaldino

    Carlo Vistoli, controtenore

    Giulia Ricci, clavicembalo

    Gabriele Zelli, presentatore

    Musiche di G. Frescobaldi, B Tromboncino, C. Monteverdi, F. Laurenzi, F. Cavalli

    Cuore di questo particolare spettacolo è la presentazione dello splendido quadro recentemente restaurato da Isabella Cervetti ‘Deposizione’ del pittore forlivese Livio Agresti, esposto nella chiesa di Sant’Antonio Abate in Ravaldino

    Graditissimo ospite con il compito di illustrare la vita e l’opera del pittore sarà un altro illustre concittadino, Gabriele Zelli, conosciuto ed apprezzato a tal punto da non necessitare di altre presentazioni.

    La parte musicale è affidata alla voce del controtenore Carlo Vistoli reduce da recenti successi presso il Teatro alla Scala ed a Giulia Ricci giovanissima e dotata pianista, clavicembalista e organista.

     

    Carlo Vistoli. Dopo aver studiato chitarra classica e pianoforte, si dedica allo studio del canto lirico come controtenore. Ha partecipato a Masterclass sulla vocalità barocca ed al Corso di Canto rinascimentale e barocco presso il Conservatorio «Frescobaldi» di Ferrara. Numerosi i riconoscimenti anche internazionali e le partecipazioni a spettacoli di successo. Fresco del successo raccolto all'Opera di Roma come Orfeo, ha recentemente debuttato al teatro alla Scala nell’opera Semele di G. F. Händel.

    Giulia Ricci inizia il suo percorso musicale presso l’Istituto “A. Masini” della sua città, studiando pianoforte ed organo. Nel 2016 consegue presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro il Triennio di I livello di pianoforte con lode. Si distingue in concorsi nazionali ed internazionali e si perfeziona alla Scuola di Musica di Fiesole con Andrea Lucchesini. Nel 2016 intraprende lo studio del clavicembalo e l’anno successivo vince il secondo premio ex aequo ed il premio per l’esecuzione del miglior brano concertato d’obbligo al Concorso Europeo “G. Giambi” di Pesaro. Si distingue nel 2018 all’International Harpsichord Competition di Bruges (Belgio) e presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze consegue, con lode, la laurea di II livello in clavicembalo. Dal 2019 studia clavicembalo ed organo presso la Schola Cantorum Basiliensis .

    Continua a leggere

  • ORCHESTRA BRUNO MADERNA direttore DONATO RENZETTI (16/12/2019 21:00 - 23:00)
    16/12/2019 21:00 - 23:00

    ORCHESTRA BRUNO MADERNA direttore DONATO RENZETTI

    16 dicembre, ore 21,00 – Chiesa di San Giacomo

    Orchestra Bruno Maderna

    direttore M° Donato Renzetti

    Programma: Pëtr Il'ič Čajkovskij, Sinfonia n°5 in mi min. op 64

    Felix Mendelssohn, Sinfonia in la min. n° 3 ‘Scozzese’

    Donato Renzetti. È tra i direttori d'orchestra italiani più affermati nel mondo. Ha studiato composizione e direzione d'orchestra al Conservatorio Giuseppe Verdi (Milano) ed ha ottenuto numerosi riconoscimenti in importanti concorsi internazionali. Ha diretto alcune tra le più importanti orchestre del panorama musicale internazionale ed è stato invitato nei principali teatri lirici del mondo. La sua carriera non ha avuto sosta alternando l'attività sinfonica con produzioni d'Opera Lirica e registrazioni discografiche

     

    Continua a leggere
  • ORCHESTRA BRUNO MADERNA , CORI SAN PAOLO E CAPPUCCININI (20/12/2019 21:00 - 23:00)
    20/12/2019 21:00 - 23:00

    ORCHESTRA BRUNO MADERNA , CORI SAN PAOLO E CAPPUCCININI

    20 dicembre 2019 ore 21,00 - Abbazia di San Mercuriale

    Orchestra Bruno Maderna

    Coro San Paolo e Coro Cappuccinini

    Concerto di Natale

    Canti e Musiche tradizionali

    Ingresso a offerta libera

    L’Orchestra Bruno Maderna nasce nel 1997 da un’idea di alcuni musicisti uniti dal desiderio di fare musica insieme, oltre che dalla volontà di creare qualcosa di nuovo. L’Orchestra Maderna si distingue per il costante impegno a favore della diffusione e divulgazione della cultura musicale sul territorio romagnolo e per l’opera di incentivazione del lavoro e della professionalità dei musicisti romagnoli.

    Il Coro San Paolo, diretto dal M° Enrico Pollini, rappresenta un’istituzione storica della parrocchia, essendo nato praticamente insieme ad essa. Nella sua attività ultra trentennale, centinaia di coristi si sono succeduti ed hanno contribuito al successo “sociale” ed “artistico” che il coro ha sempre riscosso. La proficua collaborazione con il Coro dei Cappuccinini permette di ampliare l’attività ad una dimensione non solo parrocchiale ma di più ampio respiro.

    Continua a leggere
  • FERRARA, il MEIS e MOSTRA DE NITTIS (18/01/2020 08:00 - 20:00)
    18/01/2020 08:00 - 20:00

    FERRARA, il MEIS e MOSTRA DE NITTIS

    Sabato 18 gennaio 2020

    FERRARA, visita al MEIS e alla mostra DE NITTIS, l’avventura dello sguardo, a Palazzo Diamanti

    Nella mattinata visiteremo il MEIS, il Museo Nazionale dell’Ebraismo italiano, che ha sede nel complesso delle ex-carceri cittadine. Con il percorso espositivo permamente "Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni", il MEIS racconta l’esperienza dell’ebraismo italiano, descrivendo come si è formato e sviluppato nella Penisola dall’età romana al Medioevo, e come ha costruito la propria peculiare identità, anche rispetto ad altri luoghi della diaspora. Attraverso i contributi video di alcuni esperti, oggetti preziosi e rari, pause immersive, inserti multimediali, ricostruzioni (il Tempio di Gerusalemme, l’Arco di Tito, le catacombe ebraiche, le sinagoghe di Ostia e Bova Marina), suoni e musiche, il percorso individua le aree di origine e dispersione del popolo ebraico, e ripercorre le rotte dell’esilio verso il Mediterraneo occidentale. Documenta la permanenza a Roma e nel sud Italia, parla di migrazione, schiavitù, integrazione e intolleranza religiosa, in rapporto sia al mondo pagano che a quello cristiano. Segue la fioritura dell’ebraismo nell'Italia meridionale nel Medioevo, prima della sua espulsione, e poi il precisarsi di una cultura ebraica italiana in tutto il Paese.

    Figura di spicco, insieme a Boldini, della scena parigina di fine Ottocento, nel corso della sua carriera, De Nittis fu prima un interprete d’avanguardia della scuola verista del sud Italia, per entrare poi a pieno titolo nella compagine degli innovatori parigini con i quali condivise gli interessi per la fotografia e per l’arte giapponese, linguaggi che influenzarono profondamente la sua ricerca. L’esposizione di Palazzo dei Diamanti si propone di rileggere la parabola creativa di De Nittis analizzando per la prima volta la sua produzione da un punto di vista formale e tecnico al fine di mettere in luce la sua peculiare risposta alle poetiche della modernità. La mostra sarà ordinata secondo un percorso cronologico-tematico, la cui scansione troverà ispirazione anche in alcune delle parole che la critica coeva dedicò all’opera di De Nittis, sottolineando la peculiarità di questo pittore: «meridionale al sud, francese a Parigi e londinese a Londra», come scriveva, nel 1914, Vittorio Pica per evidenziare l’universalità e l’europeismo ante litteram della sua arte.

    Programma: Partenza alle ore 8,00 da Viale Roma 128 (difronte lo Stadio), Ore 10,30 visita del MEIS. Pranzo libero. Ore 15/15,15 visita guidata alla mostra di DE NITTIS al Palazzo dei Diamanti. A conclusione rientro a Forlì

    Costo: comprensivo di viaggio in bus riservato con assicurazione, visite guidate, ingressi

    con 30 partecipanti:           soci

    Continua a leggere
  • RICORDO DI GIULIANO MISSIRINI (25/01/2020 16:00 - 18:00)
    25/01/2020 16:00 - 18:00

    RICORDO DI GIULIANO MISSIRINI

    Pomeriggi Insieme...agli “Amici dell’Arte”

    Sabato25 gennaio, ore 16.00, presso la sede di Viale Roma 124

    Ricordo di Giuliano Missirini

    Incontreremo il nostro concittadino Prof. Marco Antonio Bazzocchi, critico letterario, saggista, docente universitario, che insieme a noi ricorderà a 20 anni dalla sua scomparsa Giuliano Missirini, da sempre amico e collaboratore della storia degli Amici dell’Arte. Il Prof. Bazzocchi ha avuto fin dalla giovinezza un legame personale con Giuliano, di cui parlerà con particolare affetto.

    INGRESSO LIBERO

    Continua a leggere
Termini di Utilizzo   Privacy   Associazione Amici dell'Arte - Viale Roma, 124 - Forlì (FC) - p.iva 03132930409